Finanziamenti per cooperative sicilia

Finanza

Il deputato Kimilili Didmus Barasa chiede al presidente Kenyatta di

Si tratta di un piano di finanziamento volto a facilitare l’accesso al credito per le imprese e a rilanciare la competitività del settore manifatturiero italiano. La misura sostiene gli investimenti per l’acquisto o il leasing di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, oltre a software e tecnologie digitali.

Il finanziamento, frutto di un’iniziativa congiunta tra Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero del lavoro e delle politiche sociali e Cassa Depositi e Prestiti, mira a promuovere l’espansione e il rafforzamento dell’economia sociale, sostenendo la creazione e la crescita di imprese che operano sul territorio nazionale nell’interesse pubblico e a beneficio della società.

La “Nuova Marcora” consiste in un prestito agevolato per le cooperative tra i cui soci, ai sensi della Legge Marcora, figurano le società finanziarie partecipate dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Il fondo di garanzia per le piccole e medie imprese ha lo scopo di facilitare l’accesso al finanziamento delle piccole e medie imprese attraverso la concessione di una garanzia pubblica che integra e spesso sostituisce le garanzie fornite dalle imprese. Grazie al fondo, le imprese hanno una reale possibilità di ottenere prestiti senza dover fornire ulteriori garanzie per gli importi garantiti dal fondo.

Finanziamenti per cooperative sicilia online

1999/99/CE: Decisione della Commissione del 3 giugno 1998 concernente la legge della Regione siciliana n. 25/93 recante misure in favore dell’occupazione (articoli 51, 114, 117 e 119) [notificata con il numero C(1998) 1713] (Fa fede solo il testo italiano) (Testo rilevante ai fini del SEE)

DECISIONE DELLA COMMISSIONE del 3 giugno 1998 relativa alla legge regionale siciliana n. 25/93 recante misure in favore dell’occupazione (articoli 51, 114, 117 e 119) [notificata con il numero C(1998) 1713] (Fa fede solo il testo italiano) (Testo rilevante ai fini del SEE) (1999/99/CE)

(1) Con lettera n. 3416 del 2 maggio 1997 (1 ), la Commissione ha informato il governo italiano della sua decisione di avviare la procedura di cui all’articolo 93, paragrafo 2, del trattato nei confronti degli aiuti di cui agli articoli 51, 114, 117 e 119 della legge regionale siciliana n. 25/93. Nella stessa lettera, la Commissione ha invitato il governo italiano a presentare le sue osservazioni entro 30 giorni dalla notifica della lettera e ha invitato i terzi interessati a presentare le loro osservazioni entro 30 giorni dalla data di pubblicazione della lettera. II

Finanziamenti per cooperative sicilia del momento

L’Unione Produttori Olivicoltura Sicilia (U.P.O.) Società Cooperativa è stata riconosciuta quale Organizzazione di Produttori della Regione Siciliana con D.D.G. n. 207 del 30/01/2015 fissando gli obiettivi di promozione della Politica Agricola Comune attraverso la valorizzazione della competitività, l’orientamento al mercato, la promozione degli effetti benefici del consumo di olio extravergine di oliva e la tutela dell’ambiente. Siamo interessati a promuovere le caratteristiche dell’Olio Extravergine di Oliva certificato IGP Sicilia e DOP Val di Mazara; abbiamo inoltre interesse a promuovere il nostro Olio Extravergine di Oliva 100% Biologico ottenuto da cultivar Biancolilla e/o Cerasuola che sono coltivazioni tipiche della zona di Sciacca, situata nel sud della Sicilia.

Finanziamenti per cooperative sicilia on line

Le risorse saranno distribuite come prestiti (compresi i prestiti agevolati) per soddisfare le esigenze di liquidità o di investimento delle imprese o per finanziare le esposizioni esistenti. Ogni operazione sarà per un minimo di 500.000 euro e un massimo di 5 milioni di euro. I prestiti di liquidità possono essere rimborsati in un massimo di 15 anni, mentre per i prestiti d’investimento si può arrivare fino a 20 anni. Un periodo di grazia di 24 mesi si applica in entrambi i casi.

Il fondo di emergenza per le imprese mira a dare un contributo concreto all’economia regionale, ampliando l’offerta di risorse stanziate dal Dipartimento Affari Economici per l’obiettivo tematico 3 del Programma Operativo Regionale 2014-2020 del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, per soddisfare le esigenze dell’industria e sostenerne la ripresa oltre la crisi.

Conclude Carlo Napoleoni, responsabile della Divisione Imprese di Iccrea Banca: “Grazie a questa iniziativa, il Gruppo BCC Iccrea e le sue banche popolari in Sicilia sono pronte a dare un contributo importante a sostegno dell’economia locale, confermando la forte attenzione alle esigenze delle proprie comunità. Ribadiamo inoltre il ruolo del gruppo nel sostenere le politiche europee di coesione territoriale, insieme alle istituzioni pubbliche e agli organismi sovranazionali, con l’obiettivo comune di rafforzare la competitività e lo sviluppo delle imprese e dei territori.”

Ciao, mi chiamo Coletta, amo i viaggi, lo sport e da 7 anni gestisco questa fantastica community, Santedespito. Siamo qui per risolvere i tuoi dubbi sulle formalità italiane. Andiamo!