Finanziamenti nuove imprese abruzzo

Finanza

Interreg Europa

In seguito al nostro articolo su Italy Magazine, molte persone hanno chiesto maggiori informazioni su quanto sia facile o difficile aprire un B&B qui in Abruzzo e se potessimo condividere alcuni consigli. In primo luogo, se questo è qualcosa che state pensando di fare, sarete felici di sapere che non è così difficile, ma ci sono una serie di regole fondamentali che è necessario seguire. Ogni regione ha regolamenti diversi e i seguenti sono applicabili all’Abruzzo.

1. Il vostro B&B non può essere aperto tutti i 12 mesi dell’anno a meno che non vi registriate come attività commerciale a tutti gli effetti presso la Camera di Commercio, siate iscritti alla P. IVA, INPS e così via. Se chiudete per 90 giorni durante l’anno come facciamo noi, sarete considerati un’attività occasionale, ma siete comunque tenuti a presentare la dichiarazione annuale dei redditi. Procuratevi un buon commercialista che possa assicurarsi che le vostre dichiarazioni siano presentate correttamente e consigliarvi su quali deduzioni possono essere utilizzate per ridurre il vostro debito fiscale.

3. Le camere degli ospiti hanno dei requisiti minimi di grandezza, ma avere un bagno in camera non è obbligatorio, anche se la maggior parte degli ospiti lo preferisce. Ci sono anche regole sull’altezza dei soffitti, la cucina e i bagni.

Finanziamenti nuove imprese abruzzo 2022

È simile a uno schema elaborato un paio di anni fa da uno stato americano e da una città che pagavano un sacco di soldi alla gente per trasferirsi lì e lavorare in remoto. E nel corso degli anni, varie città italiane hanno regalato case per 1 euro ciascuna. Ora il lungimirante (e dalle tasche profonde) villaggio di Santo Stefano di Sessanio in Italia sta combinando il meglio di tutti i mondi e offre alle persone fino a 52.500 dollari in sovvenzioni per trasferirsi lì e lavorare – e possibilmente anche creare un business.

Santo Stefano di Sessanio è un villaggio medievale mozzafiato nella regione Abruzzo, incastonato tra montagne e pascoli nel parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. La grande città più vicina è Roma, che dista solo due ore. Ma in questo momento, questa piccola fetta di paradiso ha solo 115 residenti – e il 35% di loro ha più di 65 anni – così il villaggio sta cercando di attirare la prossima generazione.

Ci sono solo alcuni requisiti. Per essere idonei, i candidati devono avere almeno 18 anni ma non più di 40, devono essere residenti in Italia o nell’UE (o avere la possibilità di diventarlo) e devono trasferirsi da un luogo che ha più di 2.000 residenti.

Finanziamenti nuove imprese abruzzo online

Il concetto di rewilding è associato principalmente ai processi naturali, ma ha anche un lato economico molto importante. In un mondo in cui dobbiamo permettere alla natura di prendere il comando, è necessario identificare approcci economici creativi e sostenibili nello sviluppo di economie basate sulla natura. Il seguente articolo presenta alcuni spunti dalle aree di rewilding in Italia e Portogallo su come capitalizzare le risorse locali e sostenere lo sviluppo rurale

Esplorare nuovi luoghi e dintorni è una parte essenziale del proprio sviluppo personale e professionale. Quest’estate ho avuto l’opportunità di visitare le aree di rewilding in Italia e Portogallo e scambiare le migliori pratiche con i miei colleghi italiani e portoghesi. Due paesi diversi, ognuno con le sue particolari risorse e sfide. Due contesti leggermente diversi dai Rodopi orientali, ma con i quali condividiamo sfide simili, come lo spopolamento rurale e la stagnazione economica, e con i quali condividiamo lo stesso sogno: sviluppare regioni fiorenti dove la natura sia al posto di guida.

Finanziamenti nuove imprese abruzzo del momento

Met dank overgenomen van Europese Commissie (EC) i, gepubliceerd op vrijdag 17 september 2021.La Commissione ha concesso 4,7 miliardi di euro all’Italia nell’ambito di REACT-EU per sostenere la risposta del paese alla crisi del coronavirus e contribuire a una ripresa socio-economica sostenibile.

Il nuovo finanziamento è il risultato della modifica di due programmi operativi del Fondo sociale europeo (FSE) e del Fondo per gli aiuti europei agli indigenti (FEAD). Il programma nazionale italiano del FSE “Politiche attive per l’occupazione” riceverà 4,5 miliardi di euro per sostenere l’occupazione nelle aree più colpite dalla pandemia. I fondi aggiuntivi aiuteranno ad aumentare l’assunzione di giovani e donne, permetteranno ai lavoratori di partecipare alla formazione e sosterranno servizi su misura per chi cerca lavoro. Inoltre, contribuiranno a proteggere i posti di lavoro nelle piccole imprese nelle regioni di Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna.

Il commissario per il lavoro e i diritti sociali, Nicolas Schmit i, ha dichiarato: “L’UE continua a sostenere i suoi cittadini nel superare la crisi del coronavirus. Il nuovo finanziamento per l’Italia contribuirà a creare posti di lavoro, in particolare per i giovani e le donne, nelle regioni più bisognose. Investire nelle competenze è un’altra priorità e la chiave per padroneggiare le transizioni verdi e digitali. Stiamo anche prestando molta attenzione alle persone più vulnerabili in Italia, rafforzando i finanziamenti per gli aiuti alimentari”.

Ciao, mi chiamo Coletta, amo i viaggi, lo sport e da 7 anni gestisco questa fantastica community, Santedespito. Siamo qui per risolvere i tuoi dubbi sulle formalità italiane. Andiamo!