As roma investing forum

Investire

URPI LA PRINCESA RUMANA

Lo sviluppo sostenibile può essere raggiunto solo con il contributo delle donne rurali, eppure esse affrontano molte sfide. Incontriamo tre donne che hanno trasformato le loro vite con l’aiuto dell’iniziativa JP RWEE.

Mentre la guerra continua a infuriare in Ucraina, gli impatti dell’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari e la carenza di colture di base si stanno già facendo sentire nella regione del Vicino Oriente e del Nord Africa e si stanno diffondendo nei paesi più vulnerabili del mondo.

L’Agenda 2030 è un impegno globale per “non lasciare nessuno indietro” nella realizzazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs). Da nessuna parte la sfida di non lasciare indietro nessuno è più saliente che nelle zone rurali.

Un sistema alimentare comprende tutti gli aspetti dell’alimentazione e del nutrimento delle persone: coltivazione, raccolta, imballaggio, lavorazione, trasporto, commercializzazione e consumo di cibo. Comprende tutte le interazioni tra le persone e il mondo naturale – terra, acqua, clima, ecc. – e gli effetti del mondo naturale sulla salute e la nutrizione umana.

ITALIA: ROMA: FIDEL CASTRO INCONTRA IL SINDACO FRANCESCO

Il Presidente dell’EMEA, Prof. Rym Ayadi è stato uno dei relatori del Rome Investment Forum 2021 “Investing in European and Global Public Goods: Strategie pubbliche e private” che si è svolto online il 02 dicembre 2021.L’evento è stato organizzato dalla Federazione Italiana Banche Assicurazioni e Finanza (FeBAF) in collaborazione con l’Associazione per i mercati finanziari in Europa (AFME) e Bloomberg.

– La CMU deve avere una prospettiva più ampia dell’UE per il Sud del Mediterraneo e l’Africa, che capitalizzi una strategia collaborativa tra le organizzazioni private, pubbliche e internazionali per tirare fondi per accelerare una ripresa uguale per tutti.

L’oratore principale della sessione è stato Pierre Gramegna, ministro delle finanze del Lussemburgo.    Il panel è stato moderato da Tom Metcalf, Head of UK Finance Bloomberg e comprendeva Alexander Pivovarsky Director Capital Markets Development EBRB, Mahmood Pradhan Deputy Director European Department IMF, Mark Garvin Co-Chair Ango-Italian dialogue on financial services; Vice Chair JP Morgan, Federica Seganti Executive Chair Friulia Spa, Alessandro Varaldo CEO Banca Aletti Gruppo Banco BPM, Anna Gervasoni General Manager AIFI, Goran Svilanovic SEE Expert e Francesco Mazzaferro Head of ESRB Secretariat.

Webinar sulla valutazione di Oxford Chicago – L’ascesa del debito privato

Ci sono state diverse conferenze a livello globale che hanno aumentato la consapevolezza dell’Uzbekistan negli ultimi anni, mentre il paese arriva dal freddo. Ma nessuna, finora, ha dato molto credito agli attori del settore privato che stanno guidando gran parte della transizione nel paese da un sistema di controllo top-down a un mercato liberalizzato. Un evento a Londra questa settimana ha tentato – almeno – di portare alcune voci giovani dal settore privato in espansione del paese.

L’UzInvest Forum tenutosi il 27 novembre nella sontuosa Glazier’s Hall sul Tamigi, co-sponsorizzato dal Ministero degli Investimenti e del Commercio Estero della Repubblica dell’Uzbekistan e ospitato dalle londinesi Adam Smith Conferences e Eurasian Investor, è stato il primo nella capitale britannica con l’obiettivo di attrarre alcuni dei soldi della City.

Il grande forum internazionale con più di 200 persone presenti mirava ad aumentare la consapevolezza del paese dell’Asia centrale che ha promesso così tanto ma non è riuscito a catturare l’attenzione di molti in Occidente – finora.

Descritto come “il Davos uzbeko” da coloro che hanno partecipato all’evento, gli organizzatori sono riusciti a portare alcuni nomi importanti dal paese della Via della Seta per avere un faccia a faccia con le loro controparti britanniche. Questi funzionari includevano i politici Primo vice ministro degli investimenti Laziz Kudratov e il vice ministro delle finanze Odilbek Isakov, così come il direttore dell’Agenzia per lo sviluppo del mercato dei capitali Atabek Nazirov, per citarne alcuni.

Piano di emergenza climatica (Il Club di Roma) CEP 24 Nov 2018

L’Ambasciata della Repubblica Unita di Tanzania a Roma in collaborazione con il Tanzania Investment Centre e la Zanzibar Investment Promotion Agency ospiterà la prima serie di Tanzania – Italy Business Forum per commemorare i 60 anni di indipendenza della Tanzania continentale.

Il Forum riunirà più di 100 partecipanti provenienti da diversi settori della Tanzania e dell’Italia come il turismo e l’ospitalità, la produzione, l’agricoltura, l’estrazione mineraria, l’edilizia e lo sviluppo immobiliare tra gli altri.

Attraverso questo forum, gli investitori e gli uomini d’affari avranno l’opportunità di discutere di possibili joint venture, delle sfide che l’ambiente imprenditoriale deve affrontare e di come migliorare le relazioni commerciali tra i due paesi. Inoltre, la comunità d’affari esplorerà ulteriormente attraverso il networking e gli incontri one to one per sostenere lo sviluppo economico reciproco di Tanzania e Italia.

Il tema del forum del 2021 è “Riesplorare gli investimenti e le opportunità commerciali in Tanzania” e si svolgerà giovedì 2 dicembre 2021 presso il TH ROMA Carpegna Palace Hotel di Roma dalle ore 9 alle ore 16.

Ciao, mi chiamo Coletta, amo i viaggi, lo sport e da 7 anni gestisco questa fantastica community, Santedespito. Siamo qui per risolvere i tuoi dubbi sulle formalità italiane. Andiamo!